Istantanee di secondi lunghi quanto un anno bisestile

Siamo fatti di equilibri, squilibri e disequilibri

Paulo Coelho diceva che “Un bambino può insegnare sempre tre cose ad un adulto: a essere contento senza motivo, a essere sempre occupato con qualche cosa, e a pretendere con ogni sua forza quello che desidera”.
E tu, Sebastiano, ci stai insegnando questo.
Non ci deve essere sempre una ragione per ridere fino ad avere il mal di pancia ed essere felici: tu ci hai insegnato che si può essere felici anche senza un motivo apparente. Tu ci hai insegnato che non è necessario andare chissà dove per trascorrere un week end meraviglioso, ma bastiamo solo noi. Tu ci hai insegnato che la felicità è soprattutto nelle piccole cose: nel bagnetto la sera, nelle coccole prima della nanna, nel strofinarsi il naso sul divano mentre la mamma non vede.
Vorrei fermare il tempo. Si. Vorrei che alcuni attimi durassero per sempre.
Ora sì, sono arrivata a quel punto dove non vorrei crescessi, piccolo omino.
Prima no, prima non vedevo l’ora di passare alla fase successiva: le pappe, poi il gattonamento, poi i primi passi, poi le prime parole.
No, ora vorrei che tutto rimanesse così. Noi tre con i nostri equilibri e disequilibri.
Tu e le tue incursioni notturne nel lettone.
Tu e la tua condivisione totale con Happy.
Tu e il tuo “Mamma”, che avvolge come un abbraccio.

 

Lascia un commento