Di piatti spaiati e di contorni colorati

Cucinare con gusto anche se di fretta

I piatti spaiati sono la mia passione: non importa se un servizio è vintage o meno. Adoro le tavole sgrammaticate, quelle che guardate di sfuggita non sembrano avere senso, ma per gli osservatori più attenti raccontano una storia. Quel piatto comprato al mercatino con la tua amica, quella che va pazza per il color porpora. Quel bicchiere che arriva dal servizio buono della tua nonna e sì, quello è uno degli ultimi esemplari rimasti. Quella tazza dal bordo dorato, arrivata da chissà dove, da chissà quale dei quattro traslochi degli ultimi anni.
E poi ci sono i pranzi cucinati senza troppi pensieri: quei gesti che fanno casa, le verdure che sfrigolano, l’aroma dei cereali.
Spesso a pranzo sono a casa da sola e cerco sempre di mangiare sano, ma senza dover per forza stare ore in cucina che si sa, noi mamme abbiamo poco tempo e soprattutto vola quando i bambini non sono a casa.
Uno dei miei best è un mix di cereali con verdure. Per velocità uso le verdure del Contorno Ortolano La Valle degli Orti: i prodotti La Valle degli Orti sono 100% Naturali, privi di additivi artificiali.

Quindi sono una certezza quando non ho tempo di mettermi a pulire e cucinare le verdure.

Vi lascio la ricetta:
Ingredienti:

100 g di cereali misti e quinoa

100 g di Contorno Ortolano La Valle degli Orti

un filo d’olio

basilico

timo

sale q.b
Procedimento:

Far bollire i cereali e la quinoa. Nel mentre far cuocere con un filo d’olio il Contorno Ortolano La Valle degli Orti, ci vorranno una decina di minuti. Una volta pronti i cereali, scolarli e unirli alle verdure. Aggiungere sale, basilico e timo a piacere. Il tocco in più? Due gocce di limone.

 

 

Colonna Sonora: I’m a single Lady Beyoncè

Scritto da Federica Visconti

Foto di Federica Visconti 

Post in collaborazione con La Valle degli Orti www.lavalledegliorti.it

Prodotto: Il contorno Ortolano.Un contorno colorato a base di carote, zucchine e patate grigliate.

 

Progetto #LaSceltaNaturale #LaValleDegliOrti

Lascia un commento