The Laundry Diaries | Come organizzare il bucato della settimana (per risparmiare tempo)

La routine perfetta

Ormai sono diventata la regina del bucato.
Se solo qualche anno fa mi avessero detto che avrei scritto questo post, avrei guardato incredula il mio interlocutore e avrei fatto una sonora risata. Io ero miss disorganizzazione in casa e facevo tutto quando capitava e soprattutto quando ne avevo l’ispirazione. Certo, ero single e non mi ero mai fronteggiata con montagne di panni capaci di fagocitare l’intero locale lavanderia.
Quindi, quando di necessità si fa virtù, ho creato la mia routine perfetta. Questo ovviamente è il mio metodo, in base a i miei ritmi di lavoro, casa e famiglia.

Al momento la mia routine del bucato perfetta è:

  • Cerco di racimolare una quantità di indumenti necessaria per riempire il cestello della lavatrice
  • Faccio cicli brevi solitamente: il mio preferito è quello da 59 minuti
  • Una volta finita la centrifuga metto subito gli indumenti bagnati nell’asciugatrice
  • Programmo il ciclo da 3 ore, grazie alla sua silenziosità, posso farla partire anche la sera tardi, nessuno se ne accorge
  • Finito il ciclo lungo ne faccio partire uno da 12 minuti che serve a rendere i capi meno stropicciati
  • Piego asciugamani e strofinacci che non faccio stirare
  • Ripongo tutto ben piegato nel cesto della bianchieria

Ho trovato fondamentale organizzare al meglio la zona lavanderia e anche di renderla piacevole.
Non tengo più come una volta scorte e scorte di detersivi, ma tengo solo poche cose, quelle che realmente uso: ammorbidente, sapone di Marsiglia, sapone liquido e smacchiatore.
Fondamentale è il cesto dei “Lost & Found” dove riporre calzini spaiati, magliette che passeranno a miglior vita e cianfrusaglie varie.
Ho circa 4 cesti portabiancheria suddivisi tra “Clean” e “Dirty” e due per la biancheria pulita.
Ho messo una comoda poltrona: ogni tanto fuggo e lì non mi cerca mai nessuno. Ma voi non spifferate il mio nascondiglio!

Sponsored by: Hoover 

Progetto: #thelaudrydiaries #hoover #borninnovative

Prodotto: La lavatrice Hoover è in classe energetica A-40%. Addio sprechi!

Testi: Federica Visconti

Photo: Federica Visconti

Lascia un commento