Zuppa di cipolle che placa gli animi e il cuore

Decisioni prese con coraggio e follia, ancora una volta

Zuppa di cipolle

Tempo di decisioni, tempo di cambiamenti, tempo di consapevolezza. La mia vita è cambiata un anno fa e con lei sono cambiata io. Non solo perchè sono diventata mamma di un mostriciattolo. No, quella è davvero la parte più divertente e emozionante. No, io credo di essere cambiata a prescindere dai cambiamenti esterni, sono semplicemente diventata una Federica più consapevole, più decisa, più ragionata. E’ un momento strano, fatto di scelte prese con il naso tappato, di pensieri alle 4 di mattina e di bivi lastricati d’oro che sembrano non portare a nulla.
Le decisioni devono essere prese con coraggio, distacco e, talvolta con una certa dose di follia, non la follia che distrugge, bensì quella che conduce a compiere il passo al di là dei propri limiti.
Una volta qualcuno mi ha insegnato ad uscire dalla mia zona di confort. Ebbene, sto uscendo da quella linea immaginaria. Quel confine lo sto già superando con un piede. Sono quasi fuori.
Paura? Tanta.
Emozione? Molta.
Voglia di cambiamento? Ancora di più.
Nuova vita, arrivo.
Eccomi.
Questa volta è diverso, non sono sola, la mia decisione non è circoscritta a me stessa, ma coinvolge le due persone più importanti della mia vita. Loro due, che sono sempre lì con il loro sorriso furbo e i loro giochi buffi.
Eccomi futuro, arrivo, sono emozionata, so che anche questa volta non mi deluderai!

Zuppa di cipolle gratinata alla francese per i più chic Gratinée à l’oignon

Ingredienti

8 fette di baguette tostate con amore
3 cucchiai di olio extravergine di oliva
30 g di burro (ogni tanto si può)
1,2 kg di cipolle bianche, a fettine sottili
2 spicchi di aglio, tritati
200 ml. di porto
2 l di brodo vegetale
Sale
Pepe nero macinato
250 gr. di Gruyère, grattugiato (io ho trovato una qualità strepitosa da Eataly)
Procedimento
Tostate, sulla carta da forno, le fettine di baguette per circa 6 minuti, fino a che saranno dorate. Sfornatele e sistematele sul fondo delle cocotte.
In una pentola molto grande scaldare a fuoco medio l’olio e il burro. Aggiungere le cipolle, mescolando ogni tanto per 25 minuti o fino a quando le cipolle non inizieranno a prendere colore. Abbassare il fuoco e continuare a cuocerle per altri 30 minuti , o fino a quando le cipolle non saranno caramellizzate. E’ importante che siano ben cotte, perché da questo dipende la ricchezza del gusto della zuppa. Aggiungere l’aglio e cuocere per altri 4 minuti. Poi aggiungere il porto e cuocere per altri 5 minuti, o fino a che il liquido sia ridotto alla metà. Aggiungere il brodo, portarlo a ebollizione a fuoco lento. Cuocere per 40 minuti, aggiustando la zuppa di sale e di pepe.
Accendere il forno a 190°. Versare con un mestolo la zuppa bollente nelle cocotte, fino al bordo. Distribuire il gruyère sulla zuppa, ricoprendo l’intera superficie: così si formerà una crosta uniforme di formaggio. Porre le cocotte sulla placca del forno e cuocere per 10-15 minuti, fino a che il formaggio sarà sciolto e bollente e si sarà formata una leggera crosticina.

Servire la zuppa di cipolle immediatamente, accompagnata con fette di pane abbrustolito.
E ricordatevi di far mangiare la zuppa anche al vostro fidanzato prima di baciarlo!

Zuppa di cipolle gratinata alla francese per i più chic Gratinée à l’oignon

Lascia un commento