Primavera novembrina e persone magiche

Dedicato a un sogno e a una gitana

persone magiche

Ultimi giorni di questa primavera novembrina. Noi tre, un pomeriggio e una passeggiata. Cosa esiste di più vero? Nulla.
Ho letto con amore un post di una gitana innamorata qui, e ho pensato a quando Sebastiano era solo un pensiero, o meglio, una speranza.
Quel tarlino quotidiano e costante che c’è sempre stato e accompagnava le mie scelte e che cacciavo via, ogni volta che vedevo pance tonde e seni gonfi. Per me forse, c’era altro, pensavo. Non quello, ma magari qualcosa di più grande, più artistico, più aggrovigliato e più ricercato. Ma non potevo mentire a me stessa, quel pensiero era costante, fisso e martellante: Sebastiano.

Un viso, senza un nome.
Un progetto, senza inizio.
Un sogno e basta.

Eppure, cara la mia Gipsy, ti assicuro che bisogna crederci e bisogna crederci sempre. La Natura e l’Amore sono così potenti e dirompenti che niente e nessuno le può governare.
E poi, come dici tu c’è la magia. E io aggiungerei che ci sono persone magiche, che fanno accadere anche quello che mai sarebbe potuto succedere o quello che i più scettici non avrebbero mai potuto disegnare sul canvas della vita.
Le persone magiche sono calamite per i desideri, per i sogni e per la bellezza disarmante, quella che ti fa spalancare la bocca, in un giorno qualunque di un mese qualunque.
Le persone magiche vivono con quella leggerezza che fa volare nei cieli più alti e le loro ali le portano così in alto che anche le stelle finiscono nelle loro tasche.
Le persone magiche sono capaci di tutto, fanno accadere l’impensabile, fanno capitare l’impossibile.

Le persone magiche sono come te, e anche come me. Quelle che si sono sentite dire tante volte “Mi dispiace” ma che poi alla fine, non si sa quando, arrivano alla loro meta. Arrivano con un bagaglio colmo di vita ed esperienza, arrivano “risolte” con se stesse e senza rimpianti. Arrivano, ovunque vogliamo andare. Sempre, fidati.

 

 

Persone magiche 

Grazie a Bugaboo per il nostro secondo progetto insieme.

Nella foto Bugaboo Cameleon 3, la seduta traspirante in lana  e la copertina.

Lascia un commento