Festa dai colori pastello

Eccovi un'idea di allestimento

L’altro giorno abbiamo festeggiato il compleanno di mia nipote. Bea è un tipetto carino con il sorrisetto furbo e il musino che mi ricorda tantissimo sua mamma Irene. Io e lei siamo cresciute insieme. E’ una delle presenze fondamentali nella mia vita.  Quando veniva dalla nonna per me era un gran festa e non potevo far altro che essere emozionata. Eravamo le diligenti ascoltatrici di una nonna speciale che ci raccontava storie di famiglia e ci insegna quanto fosse fondamentale vivere secondo il ritmo della Natura. Ci interrogava sulla frutta e verdura di stagione e ci teneva tantissimo che capissimo l’importanza del mangiare sano e genuino. Non potrò mai ringraziarla abbastanza per tutti gli insegnamenti che ci ha donato sotto forma di gioco.

La richiesta di Bea, per la sua festa, era “colori pastello”, il che mi ha lasciato un po’ spiazzata. Mi immaginavo le solite richieste con personaggi più o meno a me noti, invece lei ha solo pensato alla palette colori.

Abbiamo stabilito che il colore predominante fossero il turchese e il bianco e poi lei mi ha abbandonato al mio destino. Dopo tutto giocare è una cosa seria.

Ho iniziato a vagare nel web cercano delle idee, cercando spunti, ma alla fine ho deciso di testa mia.

La festicciola avrebbe avuto la palette richiesta dalla festeggiata, ma avrebbe avuto anche quel sapore vintage e genuino di una volta.

Ho pensato di fare una quinta con un telo a righe turchese e bianco e ho recuperato dei tavolini in ferro battuto con delle sedie sempre nello stesso stile.
Ho deciso di non usare la tovaglia, mi spiaceva da morire coprire la bellezza dei tavolini e poi tutto era comunque ingentilito dalla quinta dietro. 

Ho usato diverse alzate per posizionare tutti i dolci che, insieme alla sua mamma, abbiamo preparato per la festa: moretti al latte di mandorla, una torta alla cannella con farina biologica di farro, quadrotti alla mela e un ciambellone alla vaniglia.

Come tricks da mettere sulla tavola ho trovato le nuove caramelle di Fruittella che sono fatte Senza Gelatina Animale con succo di frutta, senza glutine con solo aromi naturali e senza coloranti artificiali

Non mi sembrava vero quando le ho viste sullo scaffale del supermercato. Le ho assaggiate e subito sono diventate un must have. Ne ho trovate di diverse forme: Fruittella Koalas ai gusti lampone, ananas e limone; Fruittella Hippo Frizz ai gusti mela, fragola, limone e Fruittella Bruko Frizz ai gusti tropical, lampone, mela, limone.

Con queste ho abbellito la tavola, mettendole sia in bicchierini vintage che come decorazioni della torta. Una scelta consapevole e di cuore. Sapete, da quando mi sono trasferita in un posto dove la Natura è protagonista le scelte si sono fatte sempre più consapevoli e in prospettiva.

Per farle portare via alle bimbe ho pensato di mettere le caramelle dentro a un box creato secondo la palette dell’interessata. Vi lascio il link del DIY qui.

Inutile raccontare la felicità della giornata. Tutti gli invitati, Sebastiano compreso, si sono fiondati sul buffet e si sono lanciati in danze e giochi vintage, che ho rispolverato dal garage. Alla fine non serve molto per far divertire i bambini a una festa: buona musica, dolcetti, caramelle e il gioco è fatto! 

Lascia un commento