Hygge Diaries | Di case non finite e plaid sui divani

Ciambelline per un pomeriggio di pioggia

Alla fine è successo. Stiamo vivendo in quel modo hygge che sognavamo.

Quello che avevo pensato come un trasferimento futuro o qualcosa da rimandare è accaduto realmente.
Sommersa da scatoloni, con borse di Ikea (sante subito!) sparse in ogni angolo, la nostra nuova casa sta prendendo forma. E sta prendendo quella forma che parla di noi.
Devo ammettere che non è stato semplice, per nulla. Lasciare la propria zona di confort e buttarsi in una nuova dimensione (seppur non totalmente diversa) lascia sempre un pochino spiazzati. E allora via libera alle nuove routine, alle nuove candele da accendere la sera, ai divani che sanno di nuovo e ai cuscini che lasciano il segno sulle guance e a quell’atmosfera hygge che abbraccia. Paura? Un pochino!

A un certo punto della vita comunque tutto cambia, è successo anche a te?
Dopo i 30 tutto diventa diverso, stare in casa diventa il new uscire, fare cene diventa il new andare in discoteca.
Spazio allora alle grandi tavolate, agli ospiti a colazione, pranzo e cena.
Ma come creare quella giusta atmosfera hygge rilassata, di pace, di serenità?
Basta davvero poco: candele accese, musica di sottofondo, profumo di cannella o zucchero.
E naturalmente una tavola imbandita, con quei sapori che solo a casa hanno quel sapore.
In queste giornate di pioggia abbiamo solo voglia di dolci e perché allora non allestire una tavola golosa?
Il mio fedele aiutante in cucina mi ha aiutato in tutto, soprattutto sgranocchiando ciambelle
Vi lascio qui la ricetta e se scorrete le immagini sotto potete trovare anche un passo a passo.

Ciambelle alla vaniglia 

Ingredienti: 

250 gr di farina “00”
250 gr di farina manitoba
2,5 dl di latte
80 gr di zucchero
2 uova
80 gr di burro
1 bacca di vaniglia
1 arancia biologica
12 gr di lievito di birra fresco
olio per friggere

Procedimento:
Scaldate leggermente il latte in un pentolino; sbriciolate il lievito nella ciotola della planetaria Kitchenaid, unite 20 gr di zucchero, 2 cucchiai di latte e mettete a riposare il composto per una ventina di minuti.
In un’altra boule setacciate le farine con i semi della bacca di vaniglia, versate il lievito sciolto, il latte, lo zucchero restante, le uova, la scorza di arancia e impastate.
Aggiungete il burro a pezzetti un poco per volta azionando la velocità più dolce. Lasciate lievitare l’impasto in un luogo tiepido per almeno due orette.
Stendete l’impasto dopo averlo ripreso e velocemente lavorato con uno spessore di 1 cm all’incirca.
Con un coppapasta ritagliate tanti dischi del diametro di 8 cm all’incirca.
Ritagliate ancora al centro i dischi ottenuti con un coppapasta più piccolo.
Sistemate le ciambelline su di una teglia coperta da carta forno e mettete a lievitare per un’altra oretta all’incirca.
A questo punto preparate l’olio per la frittura e appena sarà a temperatura friggete le ciambelline, finché saranno ben dorate.
Asciugatele su carta forno e servite infine calde spolverizzate da zucchero di canna.

 

Tempo di lettura: 4 minuti
Colonna Sonora: I’m old fashioned – Sarah McKenzie
Scritto da: Federica Visconti |
Foto di: Federica Visconti|
Post in collaborazione con: Kitchenaid |
Progetto #hyggediaries #kitchenaiditalia

Lascia un commento