San Valentino: forse basta solo dire amore

Io lo celebro ogni giorno, ogni momento, non solo il 14

San Valentino: chissà come mai si è scelto solo un giorno per celebrare l’amore. Amore: tre sillabe che abbracciano generosamente tanti momenti, tanti situazioni, tanti silenzi.
Uno sguardo. L’ultima fetta di torta. Cercare i tuoi piedi a letto. Rimettere a posto i tuoi calzini. Dividere il lavandino mentre si lavano i denti. Mentre tu fai la doccia, io mi trucco. I conti da pagare. I problemi sul lavoro. Le soddisfazioni sul lavoro. I “brava” non detti. Gli occhi che parlano. Le serate sul divano. Le serate in tacchi alti. Le serate in cui tutto finisce alle undici con un abbraccio. Le serate in cui stiamo fuori fino a tardi e torniamo a casa un po’ brilli. Le occhiaie al mattino e il tuo “sei bellissima”. I tuoi “siamo in ritardo”. I tuoi “faremo”. I tuoi “andiamo”. I tuoi “Basta idee”. I miei “rho pensato che si potrebbe fare”. Le nostre vacanze. I nostri weekend appesantiti come se facessimo un trasloco. I tuoi “Non ho nulla da mettere, avevi detto che saresti andata con Orazio”. Le nostre cene in giardino ad inizio estate. La sigaretta che placa gli animi. Le cenette che diventano cenoni. Gli aperitivi sul tappeto. Seba che corre in corridoio goffamente. Inciampare nei lego di notte. Sistemare casa, anche se impossibile. Cercare casa nuova. Fantasticare sul futuro. Aprire i cassetti del passato e scoprire che non ci sono segreti. I ricordi di 20 anni. La corsa di mattina. La spesa che arriva in ritardo, ma comunque Santo Caprotti. Il frigorifero troppo pieno. Il frigorifero troppo vuoto. I vestiti che non entrano più. Il corpo che cambia. I momenti di sconforto. I tuoi “Non ti preoccupare, ci penso io”. Le tue serate con gli amici. Le mie serate con le amiche. Le fughe. I pochi momenti da soli. La gioia di vederti felice. Il cuore che mi scoppia quando mi dici “Ti amo”. I tuoi biscotti preferiti. Il porridge la mattina. L’acqua e limone. I programmi disattesi. La follia. La magia.

Questi sono i biscotti preferiti dal mio amore, li ho fatti a forma di cuore giusto per aumentare da dose di melenso, questa settimana però ci stanno.

Biscotti al profumo di limone con granella di zucchero

Ingredienti
250 g di Farina
100 g di Zucchero
100 g di Burro
1/2 bustina di Lievito
1 Uovo
1 bustina di Vanillina
Il succo di un limone
Latte qb
Zucchero semolato qb (oppure granella di zucchero);
una presa di Sale.
Preparazione:
Sciogliete il burro in un pentolino, facendo attenzione che la fiamma sia molto bassa. Sbattete le uova con lo zucchero e la presa di sale. Una volta ottenuto un composto spumoso, aggiungete glia lari elementi secchi come la farina, il lievito e la vanillina. Aggiungete il burro sciolto e il succo di limone. Amalgamate bene gli ingredienti fino ad ottenere un composto compatto. Tirate la pasta a mattarello, raggiungendo uno spessore di circa 4/5 mm. Prendete un tagliabiscotti a cuore e coppate. Spennellate la superficie con il latte e cospargeteli con un pochino di zucchero semolato. Cuocete i biscotti a 170°, forno ventilato, per 15 minuti.

Lascia un commento